Stop alle generalizzazioni: è stato solo un errore!

Spesso in una situazione in cui si verifica un tradimento, sicuramente ti sarà capitato di pensare che non conosciamo più la persona che abbiamo accanto; che non l’abbiamo mai conosciuta e che ha mostrato sempre un lato di sé che non corrisponde alla realtà. Sicuramente il tradimento ti avrà messo spesso al cospetto dell’inconoscibilità dell’altra persona; proprio quella persona di cui tanto ti fidavi e di cui ti sei innamorata, ti ha deluso profondamente e pensi che non sia possibile che proprio lui ti abbia fatto una cosa del genere. Il tradimento coincide, spesso, con la presa d’atto da parte della persona tradita che l’altro è una persona che presumevamo di conoscere ma che si manifesta invece in tutta la sua inconoscibilità. Spesso il tradimento può farti prendere coscienza dell’individualità di ognuno di noi e di quanto l’evolversi di una relazione può modificarsi a prescindere dalla durata e dalla profondità del legame istaurato.

Quello che poi spesso può capitare in questa fase di crisi di coppia è iniziare a generalizzare l’errore che la persona che ha tradito ha commesso; puoi iniziare a pensare che se ha commesso un gesto del genere sicuramente l’ha fatto anche altre volte e lo rifarà; puoi iniziare a vedere cose negative in tutti gli aspetti che riguardano la sua persona e il suo modo di essere. Questo succede perché in quel momento la tua mente è piena di rabbia e di nervosismo verso la persona che ti ha deluso e tendi a svalutare completamente chi hai accanto e chi tu conosci bene, ma in quel momento potrebbe sembrarti una persona completamente estranea. Allora è proprio in questa fase, in questo preciso momento che puoi provare a direzionare i tuoi pensieri in modo che la persona che ha fatto un errore, non diventi una persona sconosciuta; puoi provare e imparare a gestire i tuoi pensieri in modo da avere il focus solo su quello che stai vivendo in quel preciso istante, senza permettere che i tuoi pensieri negativi ti ingannano facendoti vedere ciò che non è reale. 

Puoi porti in Ascolto Attivo! Un atteggiamento utile, può essere quello di avere il focus sulla convinzione di voler partecipare alla relazione con l’altro, in modo da facilitare un’interazione in quel preciso momento. E non si tratta semplicemente di ascoltare quello che ti sta dicendo il tuo partner, ma sentire davvero cosa ti sta dicendo. Ci sono delle caratteristiche che possono facilitare questo tipo di atteggiamento:

  • Fare domande chiarificatrici e non accusatorie

  • Evitare le domande “Perché”

  • Non intervenire nella risposta, ma prestare ascolto alla risposta

  • Evitare le forme valutative: ad esempio non dare proprie interpretazioni o giudizi circa le risposte che il partner ti dà;

  • Non interrompere la conversazione senza aver proposto almeno una piccola cosa da fare insieme al tuo partner per evitare la sensazione di vuoto

Se vuoi, puoi partire da questi semplici passi; prova a sperimentare che effetto possono avere nella comunicazione con il tuo partner in un momento di crisi di coppia.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *