Risultati del test: “siete gelosi?”

Ciao ragazzi e ragazze ecco la soluzione del testche abbiamo messo un paio di settimane fa:

Per chi ha raggiunto un totale che va:

  • Da 10 a 15: la gelosia non è un vostro problema, sembrate anzi piuttosto indifferenti. Dovreste chiedervi come mai l’attrazione verso il partner non è più quella di una volta: il vostro rapporto evidentemente si trascina ormai in modo piuttosto stanco. Vedete, perciò, ridargli un po’ di smalto!

 

  • Da 16 a 25 punti: avete un rapporto del tutto equilibrato con la gelosia. Siete gelosi al punto giusto, senza mai diventare invadenti od ossessivi.

 

  • Da 26 a 30 punti: siete un vero e proprio Otello! Soprattutto dimostrare di non avere la minima fiducia nel partner se non gli permettete di dedicarsi a qualcosa senza che voi siate presenti. Come spiegheremo meglio nei prossimi articoli il problema è più vostro che del partner: dovete imparare a stimarvi di più!

 

Se il vostro risultato rientra nel primo o nel terzo profilo TRANQUILLI nelle prossime settimane parleremo meglio di entrambi questi aspetti! Per chi invece si trova nel range dai 16 ai 25… COMPLIMENTI: la gelosia non è un vostro problema.

E poi ci sarà chi di voi che invece non sa proprio che pesci prendere con questa gelosia che ormai sembra aver preso il sopravvento… per voi è giunto il momento di chiedere aiuto ad uno dei nostri coach per aiutarvi a diventare persone LIBERE e SERENE!

 

…E ALLORA PARLIAMO DI GELOSIA!!

Il test della scorsa settimana, che mirava a misurare NON TANTO se e quanto siete gelosi, piuttosto quanto ognuno di voi ne è consapevole, ha avuto un buon successo…e allora oggi parliamo un
po’ di questo “MOSTRO dagli OCCHI VERDI”, come la chiama Shakespeare!

Che cos’è la GELOSIA? E da cosa nasce?

E’ certamente un’emozione, che nasce in maniera del tutto spontanea e naturale quando si forma un legame di coppia, una relazione.

E finchè resta a questi livelli di naturalezza è anche un sentimento essenziale nel rapporto amoroso, perchè in qualche modo è il sentimento “garante” dell’esclusività del rapporto stesso.

E’ quello che genera complicità e intimità nella coppia.

Ed è quello che alimenta l’impegno verso se stessi e verso il partner (stare bene con se stessi e far star bene il partner rendono la coppia solida!).

Ma…quando da DESIDERIO di esclusività, si trasforma in BISOGNO di POSSESSO allora cominciano i guai! Perchè qui la gelosia perde ogni suo aspetto sano e diventa dannosa, talvolta persino violenta e, quindi, inaccettabile.

Un segnale FORTE che da gelosia “naturale” si sta passando a un sentimento DANNOSO è quando in uno dei due partner scatta la FISSAZIONE del CONTROLLO (si diventa sospettosi, sorveglianti, si
sottopone l’altro a scenate e interrogatori, sempre in agguato alla ricerca di “segnali”…che a volte si finisce per trovare perchè l’altro o l’altra è esasperato/a!!
), fino a desiderare la privazione della libertà del partner.

A volte questo comportamento nasconde una carenza di autostima o unsenso di inadeguatezza proprio nell’affrontare una relazione a due…in ogni caso è  un’emozione mal gestita (o proprio totalmente
NON gestita, subita!) che genera comportamenti equivoci e pericolosi per la coppia e TUTTAVIA con l’aiuto di esperti (come i nostri coach!) si può ben superare.

 

Le cause e le conseguenze della gelosia nella vita di coppia

La gelosia nella vita di coppia può  influenzare fortemente le percezioni, i pensieri e la memoria circa una determinata situazione. Spesso ti sarà capitato di essere in preda alla gelosia e di fare i pensieri più assurdi; per poi scoprire in un secondo momento che la realtà era ben diversa da quella che avevi creato sotto l’effetto della gelosia. Inoltre l’effetto della gelosia si può manifestare anche attraverso condizioni fisiologiche come sudorazione fredda, palpitazioni, tremori, contrazione dei muscoli soprattutto localizzata in prossimità dello stomaco. Nelle situazioni più gravi e patologiche, l’ esperienza della gelosia può essere tanto distruttiva da creare situazioni di pericolo relative alla persona amata. Riguardo alle forme meno gravi della gelosia nella vita di coppia, è possibile far riferimento ad alcuni fattori che in tempi diversi possono essere considerati causa o conseguenze di questa emozione che a lungo andare può creare dei seri problemi di coppia. Attraverso l’analisi di questi fattori, puoi avere la possibilità di renderti conto quanto nella tua coppia la gelosia è un problema reale e da cosa può dipendere il fatto di provare questo tipo di emozione che ti fa stare male. Spesso attraverso la presa di coscienza delle emozioni che ti fanno stare male, puoi capire che tipo di messaggio esse vogliono trasmettere e vedere cos puoi fare per stare bene. In questo caso, quindi, la tua gelosia può essere legata a vari fattori e il vedere qual è quello che interessa a te e alla tua vita di coppia, può facilitare il tuo percorso verso la felicità nella coppia.

  • Disagio emotivo che può manifestarsi attraverso una preoccupazione eccessiva; si tratta della tua voglia di essere preoccupato per ogni cosa che il tuo partner fa e questo può crearti disagio nella misura in cui vuoi sempre avere tutto sotto controllo

  • Sospettosità che ti porta ad avere solo dubbi verso la persona che hai accanto; questo atteggiamento non fa altro che farti vedere nemici ovunque e soprattutto ti fa vedere la persona che ami come non è nella realtà, ma in base ai tuoi pensieri di dubbio e incertezza che sei abituato/a ad avere

  • Paura di essere rifiutati/traditi/abbandonati che non ti permette di vedere che in realtà tu non sei solo/a ora ma è solo la tua paura che ti fa sentire solo. Nella realtà TU sei in coppia, ma la tua paura di rimanere solo ti fa essere geloso e rende poco piacevole la tua presenza agli occhi del tuo/a partner

Questi sopra elencati sono alcuni dei fattori che possono essere causa/conseguenza della gelosia nella tua vita di coppia. E spesso la conoscenza aiuta ad averne consapevolezza e a vedere su quale agire per stare bene. Noi di ProblemiNellaCoppia.com possiamo aiutarti a fare questo percorso in ogni momento.

PROBLEMI NELLA COPPIA? …E SE AVESSI LA TENDENZA A SABOTARE LA FELICITA’?

Non è certo una cosa che fai in maniera consapevole…ma quando si verificano spesso scenate, litigi e musi lunghi, allora ti si dovrebbe accendere il “campanellino d’allarme” per avvisarti che qualcosa nella tua vita di coppia non va.

Può essere stanchezza? Certo…può capitare…

Può essere insoddisfazione? Come no…magari legata al lavoro…

…ma se INVECE…fosse una tua innata tendenza a sabotare la felicità di coppia????????

La vita serena e felice di una coppia, può essere minata da un certo ATTEGGIAMENTO NEGATIVO, molto pericoloso e che, anche se in maniera inconsapevole, getta dei semini di discordia, che logorano il piacere di stare insieme.

Quando accade? Ci sono alcuni tipici atteggiamenti:

 

  • quando uno dei due ha la necessità di avere sempre tutto sotto controllo tanto da non lasciarsi andare: così la coppia rischia di assumere la configurazione da “TEAM aziendale” dove il “fuori programma”, rappresenta solo un ostacolo, un problema o, peggio un altro impegno da incasellare…In questo modo la relazione diventa statica e stagnante con il rischio che il partner che subisce i “NO” pian piano si allontani!

  • quando si comincia a prendere la brutta abitudine di fare scenate…capita soprattutto alla donna, che inizia a focalizzarsi solo sui difetti e le negligenze del proprio partner e tutto diventa la riprova che lui non ne “azzecca una” …è un atteggiamento immaturo, tipico di chi vorrebbe delegare la soluzione e la responsabilità dei problemi sempre all’altro…ma questo impedisce di avere una visione obiettiva di eventuali problemi che magari sono solo di comunicazione.

  • quando, al contrario del primo tipo di atteggiamento, uno dei due è preso dalla smania di fare “di tutto e di più” per il terrore di annoiarsi…è un atteggiamento infantile, che è un po’ più frequente nell’uomo..che in questo caso ha solo PAURA di affrontare la propria responsabilità e il proprio ruolo all’interno di una relazione con il rischio di essere considerato dalla propria compagna poco affidabile.

 

Lasciarsi andare, affidarsi all’altro/altra, imparare a vivere insieme anche nel piccolo spazio di quattro mura, essere allo stesso tempo aperti alle sorprese e non dimenticarsi mai di comunicare al compagno o alla compagna desideri , progetti, bisogni… accettare di essere te stesso, te stessa anche con i tuoi difetti e i tuoi limiti e mettersi all’ascolto dell’altro…sono senz’altro un buon antidoto ai sabotaggi e un buon inizio per evitare i problemi nella coppia!

VUOI RICONQUISTARE IL TUO AMORE?ECCO i 7 ERRORI da EVITARE!

tradimentoLa tua storia sta vivendo un periodo “traballante”? Hai voglia di rimettere le cose a posto e di ritrovare la magia della vostra unione??? Puoi farcela!

Come? Beh, intanto scopri con noi di ProblemiNellaCoppia.com quali sono gli errori da EVITARE ASSOLUTAMENTE se vuoi davvero una relazione felice e duratura!

 

  1. errore: Evita di diventare un novello (o novella!) agente 007, facendoti ossessionare dal controllo di tasche, borse e, peggio ancora, telefonini, e-mail…ecc.ecc.; creerai solo un continuo stato d’ansia in te e nel tuo partner che sfocerà in equivoci e litigi

  2. errore: credere che il tuo lui o la tua lei sappia leggere nella tua mente; le cose non dette RESTANO NON dette, i desideri inespressi restano frustrati e sarà difficile esaudirli!!!

  3. errore: trascurarsi…attenzione a dare per scontata la tua unione mettendo su qualche chiletto di troppo, cominciando a girare per casa in tuta o in pigiama…in alcuni casi è un segnale di estremo relax e se condivisa da entrambi è anche divertente, ma se diventa un’abitudine dettata dalla pigrizia o dalla routine, allora può allontanare il tuo lui o la tua compagna…

  4. errore: abituarti a vivere in simbiosi...ATTENZIONE, non lasciare al tuo partner spazi e tempi che restino tutti suoi (può essere uno sport, un’uscita con le amiche, un hobby…), alla lunga può voler dire soffocarlo (o soffocarla) e necessariamente allontanarlo (o allontanarla!)

  5. errore: fare paragoni con altre coppie...prima di tutto è un errore perchè oggettivemente tu non “vivi” con quella coppia e non conosci dall’interno il loro modo di gestire la quotidianità, la convivenza, eventuali figli…; e poi è negativo perchè concntrarsi solo sugli altri ti “distrae” dall’investire le energie sulla tua coppia stessa.

  6. errore: sottolineare continuamente (peggio se fatto anche in presenza di altri) i limiti e i difetti del tuo lui o della tua lei; è una cosa odiosa che crea continue frustrazioni e insoddisfazioni e presuppone che la resposabilità sia sempre dell’altro e mai la tua…con il rischio di non metterti mai in discussione…

  7. errore: se siete anche una famiglia, allora un grosso errore è quello di fare dei figli il centro della vostra unione, trascurandovi come coppia e vedere il tuo lui solo come il “padre” dei tuoi figli o viceversa la tua lei solo nel ruolo di “madre”; non è così, la forza e la solidità della famiglia dipendono strettamente dalla forza e dalla solidità della coppia!!