I tre segnali d’allarme nella relazione di coppia

Molto spesso nel vostro rapporto di coppia tendete a sottovalutare l’importanza di segnali che, se sono presenti, possono essere un ottimo criterio per poter valutare che c’è qualcosa nella relazione che non sta funzionando come dovrebbe. Sono segnali che possono permettervi di valutare in tempo le vostre difficoltà e soprattutto di poter agire nel modo più efficace per poter ridare armonia alla vostra coppia. Si tratta di campanelli d’allarme che possono mettervi nella condizione di porvi delle domande sul vostro rapporto, possono accelerare una richiesta di aiuto e possono permettervi di agire senza rimandare e rischiare che i problemi diventino sempre più grandi.

Noi di ProblemiNella Coppia.com abbiamo incontrato spesso coppie che ci hanno chiesto aiuto e ci siamo resi conto che nella loro richiesta di aiuto erano spesso presenti tre fattori che possono essere considerati come segnali di allarme della relazione di coppia:

  • Mancanza di intesa sessuale nella coppia: quando non c’è intesa sessuale il rapporto sessuale potrà essere considerato come insoddisfacente e poco appagante; si potrebbe creare monotonia e spesso si ha la tendenza di cercare altre forme di appagamento altrove mettendo, così, in pericolo la felicità del vostro rapporto.

  • Cambiamento a livello fisico dei partner e di se stessi: con il passare degli anni, sicuramente si verificano delle trasformazioni nel corpo e spesso queste trasformazioni possono non essere accettate dal vostro partner o potrà non suscitare più l’attrazione verso di voi.

  • Mancanza di carezze e di gesti affettuosi: spesso il ritmo della vita quotidiana vi risucchia e vi fa perdere di vista l’importanza di questi momenti preziosi di intimità nella coppia; e tante volte potete sottovalutarne l’importanza perché credete che il trascurarli non sarà poi così problematico per la vita di coppia. Invece poi scoprite che a lungo andare sono proprio questi piccoli costanti gesti che fanno la differenza nella vostra relazione di coppia e possono creare l’intimità necessaria per vivere un rapporto intenso.

Per cui essere attenti osservatori della vostra relazione di coppia può essere un’ottima strada per rendervi conto quando qualcosa del vostro rapporto non vi piace o non sta andando come voi volete. Prendendo come punto di riferimento questi tre segnali d’allarme, avete la possibilità di scoprire che a volte basta poco, basta prendere la consapevolezza del fatto che qualcosa non funziona e questo è già un grande passo per trovare le soluzioni più opportune. Questi tre segnali possono aiutarvi a soffermarvi sulla vostra relazione di coppia e possono mettervi nella condizione di agire subito, in modo immediato e scoprire che a volte è più semplice agire che pensare di dover agire.

 

3 thoughts on “I tre segnali d’allarme nella relazione di coppia”

  1. la mia storia inizia circa 5 mesi fa. ci siamo conosciuti 15 anni fa, lui lavorava x conto del socio di mio padre. all epoca avevo 20 anni, x circa tre stagioni di lavoro, lui veniva a casa, così conoscendolo mi sono accorta che mi piaceva, ma ero solo una ragazzina.
    dopo nn l ho più ne rivisto ne sentito….x 15 lunghissimi anni, ma io nn l’avevo mai dimenticato e così ogni tanto mi veniva in mente e pensavo chi sà come sta dove lavora se si è sposato ecc….
    così grazie ad una mia amica ho conosciuto facebook, una potenza x le conoscenze, ma nn mi piace se se ne fa un uso troppo superficiale tanto x far numero di amicizie, io lho cercato lì, e gli inviai una mail.
    da quel momento in poi ci scrivemmo ogni giorno, lui ora vive in UN PAESE LONTANO DALL ITALIA, adora la sua vita e il suo lavoro, io vivo in italia….questo è il nostro primo problema….LA DISTANZA….è tutto più difficile, complicato soprattutto x noi che abbiamo bisogno di conoscerci…..ci siamo visti in tutto 20 giorni a distanza di tre mesi, lui è venuto da me x tre volte, e l ultima volta sono andata io a trovarlo…..
    il mio problema è la fiducia, nn riesco a lasciarmi andare in tutti i sensi….è troppo brutta questa cosa e triste….e lui nn mi da modo di stare tranquilla, nn vuole parlare di queste cose, e io nn capisco il motivo,,,,nn capisco xchè nn posso chiamarlo tramite skype a casa sua quando ci sono i suoi amici, che tra l altro ho conosciuto e mi sono stati subito simpatici…..nn so cosa devo fare, mi fa pensare male…..nn siamo più dei ragazzini lui ha da poco superato la soglia degli anta io ancora mi manca qualche annetto…..insomma siamo due adulti, che nn dovrebbero giocare con i sentimenti di nessuno….lui è stato x 10 anni da solo, e ha avuto tante storie frivole, inutili di qualche notte, niente di più, ora dice che la nostra è una storia x lui importante, ma allora xchè soltanto io sento il bisogno di vederlo e sentirlo su internet?
    la distanza è dura da vivere, ogni minima cosa anche un sms arrivato tardi ti senti male, come che stia succendendo qualcosa…..
    NN SO COSA FARE COME PRENDERLO, O SE ADDIRITTURA MOLLARE TUTTO…..

    GRAZIE HO AVUTO MODO DI SFOGARMI UN PO,,,magari mi piacerebbe sapere un vostro parere o consiglio….

    un saluto da un amica in crisi 🙁

  2. Ciao Leana, stavo leggendo questo post e non ho potuto fare a meno di leggere anche il tuo commento. Spero che mi scuserai se mi permetto di darti un parere, non sono una esperta…però sento di condividere con te lo stato d’animo della mancanza di fiducia, o perlomeno, mi è successo tante volte in passato.
    Il mio ragazzo lo conosco da molto tempo, e sebbene siamo stati amici prima e ho avuto modo di vedere il tipo di persona, la distanza mi ha creato molti problemi. Non posso ora dirti per quanto e quando ho sopportato la distanza, posso solo dirti che, in tutti questi anni di relazione di coppia, ho compreso che talvolta gli uomini vogliono stare per i cavoli loro, e specialmente quando ci sono gli amici! Ti capisco appieno, capisco i tuoi dubbi, ci sono passata…ma non devi preoccuparti eccessivamente o pensare di mollare tutto 🙂 non è detto che necessariamente debba nasconderti qualcosa (tipo tradimento, ecc.).. te lo dice una persona che ha un ragazzo che in queste cose si comporta in modo molto simile al tuo…
    un consiglio che posso darti è: non aggredirlo, non mostrarti arrabbiata ma, al momento giusto, semplicemente chiedigli questa cosa, in modo semplice, e spiegagli ciò che ti fa stare male, nella massima calma e con dolcezza.
    in bocca al lupo!!

  3. la mia relazione va avanti da 9 mesi tra una settimana, all’inizio andava tutto bene, passati i primi mesi hanno iniziato a subentrare i primi problemi, la nostra relazione ha iniziato a fronteggiare dei cambiamenti k solo io a quanto vedo ho notato e ci dò peso..
    Lei ha un carattere un pò particolare, si incazza spesso anke per stupidaggini, però quando è lei a fare qualche piccolezza che non va bene, nella sua testa è tutto ok e vuole sempre avere ragione.. i problemi sono iniziati a sorgere sempre di piu.
    Ora ci troviamo in una relazione che da poche soddisfazioni intime.. non abbiamo mai fatto l’amore, e le coccole sono pochissime, in quanto lei non vuole spesso stare sola ma uscire e stare in giro, si fà sentire di meno rispetto ai primi mesi, e si litiga per piccole stupidaggini a volte, quindi abbiamo un rapporto che ci regala momenti belli, magari quando usciamo, e poi cala e va a ribasso per qualche giorno e cosi via..
    Questo porta da parte mia a non avere pace, ad avere sbalzi di felicità e tristezza, e non ostante i miei mille tentativi di starle accanto e tutto… si lamenta sempre di tutto, quando secondo me è lei che fa mancare qualcosa a me come sopra scritto… sn disperato non so cm comportarmi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *