L’Amore Autentico e l’uguaglianza nel rapporto di coppia.

Un importante segnale della “trappola del bisogno” è quando ci si mette al servizio dell’altro invece di vivere con lui. Questo è uno dei punti più importanti. Servire l’altro non è un segno d’affetto, anzi. Dimostra, al contrario, che si fa molta fatica a gestire il proprio amore. Bisogna essere al servizio di se stessi e di nessun altro: amare passa prima di tutto da se stessi. Potete rendere servizio alla persona cara, ma non siete qui per servirlo.

Le persone che servono coloro che amano finiscono sempre per rimpiangerlo primo perchè saranno certamente delusi da quello che ottengono in cambio (perchè non lo reputeranno mai abbastanza) in più perchè vivono sentendosi obbligati a dare sempre di più. Non è colpa dei partner se le cose sono così ma è implicito nella natura umana accumulare diritti acquisiti.

L’amore è come una danza: a volte siete voi a condurla, a volte il vostro partner. Riuscite a lasciarvi andare quando è l’altro a condurre? Riuscite a permettere all’altra persona di prendere le decisioni? Di stabilire le regole? Molte persone non riescono a rispettare i ruoli nell’errata convinzione che si è gli “unici” ad essere in grado di fare ciò che è giusto e sano per il rapporto. Al contrario c’è bisogno di rendersi conto che ognuno ha qualcosa da dare all’altro e che ognuno può guidare l’altro. Sarà proprio grazie a questa nuova forma di uguaglianza che si creerà Amore Autentico e che insieme potrete danzare sulle note della vostra unica meravigliosa melodia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *