Problemi nella Coppia stabile: libertà di scelta…o INCAPACITA’ di SCEGLIERE

 I dati dell’Istat parlano chiaro: dagli anni ’70 ad oggi, in Italia, le coppie che convolano a nozze sono scese da 420mila a 217mila, praticamente dimezzate.

Negli Stati Uniti, per la prima volta, la percentuale dei single ha superato ha superato quella degli sposati.

 Cosa succede? E’ proprio vero che quello che fa paura, come si sente spesso dire in giro, tra le giovani coppie, è il “contratto”???

 In teoria rimanere “eterni fidanzati” può allettare per molti motivi:

  1. l’idea di “inquadrare” il rapporto matrimoniale solo in un registro di “doveri” può effettivamente spaventare o comunque far perdere attrattiva;

  2. la relazione senza vincolo, senza l’”obbligo” di restare insieme, potrebbe dare l’ idea di preservare la spontaneità dei sentimenti e la freschezza del rapporto;

  3. il fatto che alla relazione senza legame si associa un maggiore senso di leggerezza…quasi di disimpegno

 Ma cosa si nasconde sotto sotto? A noi sembra ce ci possano essere in realtà ben altri presupposti e sottintesi…

Tipo l’ILLUSIONE che un legame “libero” possa lasciare più libertà di “manovra” (del tipo “se va male, lasciarsi non sarà un problema”…) oppure che possa garantire una maggiore possibilità di scelta tra le possibili forme di relazione (convivenza, piuttosto che rapporto a distanza…) o addirittura nello status di “single” (come se realmente la solitudine rappresenti una scelta consapevole e volontaria!).

Dal nostro punto di vista gli argomenti visti sopra potrebbero addirittura nascondere tutta una serie di PAURE ( paura di impegnarsi, paura di fare e portare avanti un progetto a lungo termine…) e INCAPACITA’ (incapacità di riconoscere la differenza tra innamoramento e amore, incapacità di fronte a tante possibilità di scelta di COMPIERLA veramente quella scelta…)

 E voi che ne pensate??? Ditecelo attraverso i vostri commenti, qui sul blog, o anche sul nostro gruppo FB!

Risultati del test: “siete gelosi?”

Ciao ragazzi e ragazze ecco la soluzione del testche abbiamo messo un paio di settimane fa:

Per chi ha raggiunto un totale che va:

  • Da 10 a 15: la gelosia non è un vostro problema, sembrate anzi piuttosto indifferenti. Dovreste chiedervi come mai l’attrazione verso il partner non è più quella di una volta: il vostro rapporto evidentemente si trascina ormai in modo piuttosto stanco. Vedete, perciò, ridargli un po’ di smalto!

 

  • Da 16 a 25 punti: avete un rapporto del tutto equilibrato con la gelosia. Siete gelosi al punto giusto, senza mai diventare invadenti od ossessivi.

 

  • Da 26 a 30 punti: siete un vero e proprio Otello! Soprattutto dimostrare di non avere la minima fiducia nel partner se non gli permettete di dedicarsi a qualcosa senza che voi siate presenti. Come spiegheremo meglio nei prossimi articoli il problema è più vostro che del partner: dovete imparare a stimarvi di più!

 

Se il vostro risultato rientra nel primo o nel terzo profilo TRANQUILLI nelle prossime settimane parleremo meglio di entrambi questi aspetti! Per chi invece si trova nel range dai 16 ai 25… COMPLIMENTI: la gelosia non è un vostro problema.

E poi ci sarà chi di voi che invece non sa proprio che pesci prendere con questa gelosia che ormai sembra aver preso il sopravvento… per voi è giunto il momento di chiedere aiuto ad uno dei nostri coach per aiutarvi a diventare persone LIBERE e SERENE!

 

…E ALLORA PARLIAMO DI GELOSIA!!

Il test della scorsa settimana, che mirava a misurare NON TANTO se e quanto siete gelosi, piuttosto quanto ognuno di voi ne è consapevole, ha avuto un buon successo…e allora oggi parliamo un
po’ di questo “MOSTRO dagli OCCHI VERDI”, come la chiama Shakespeare!

Che cos’è la GELOSIA? E da cosa nasce?

E’ certamente un’emozione, che nasce in maniera del tutto spontanea e naturale quando si forma un legame di coppia, una relazione.

E finchè resta a questi livelli di naturalezza è anche un sentimento essenziale nel rapporto amoroso, perchè in qualche modo è il sentimento “garante” dell’esclusività del rapporto stesso.

E’ quello che genera complicità e intimità nella coppia.

Ed è quello che alimenta l’impegno verso se stessi e verso il partner (stare bene con se stessi e far star bene il partner rendono la coppia solida!).

Ma…quando da DESIDERIO di esclusività, si trasforma in BISOGNO di POSSESSO allora cominciano i guai! Perchè qui la gelosia perde ogni suo aspetto sano e diventa dannosa, talvolta persino violenta e, quindi, inaccettabile.

Un segnale FORTE che da gelosia “naturale” si sta passando a un sentimento DANNOSO è quando in uno dei due partner scatta la FISSAZIONE del CONTROLLO (si diventa sospettosi, sorveglianti, si
sottopone l’altro a scenate e interrogatori, sempre in agguato alla ricerca di “segnali”…che a volte si finisce per trovare perchè l’altro o l’altra è esasperato/a!!
), fino a desiderare la privazione della libertà del partner.

A volte questo comportamento nasconde una carenza di autostima o unsenso di inadeguatezza proprio nell’affrontare una relazione a due…in ogni caso è  un’emozione mal gestita (o proprio totalmente
NON gestita, subita!) che genera comportamenti equivoci e pericolosi per la coppia e TUTTAVIA con l’aiuto di esperti (come i nostri coach!) si può ben superare.

 

Siete gelosi?

Rispondete al test segnando per ogni domanda il comportamento che più si avvicina al vostro reale modo di essere:

1. Ricevete una telefonata da un uomo/donna misterioso/a che chiede di parlare con il vostro partner e che riaggancia in fretta il ricevitore dopo che gli avete comunicato che non è in casa. Cosa pensate?

A)Ce ne sono di maleducati in giro!

B)Sarà un parente che conosco.

C)Sospettate che il partner vi nasconda qualcosa

2. Trovate nella posta una lettera indirizzata al vostro partner di cui ignorate il contenuto e il mittente:

A)La consegnate al vostro partner senza fare alcun commento.

B)La consegnate al partner commentando “Chissà chi ti ha scritto!”

C)Cercate di aprirla per poi richiuderla.

3. Trovate nelle tasche del cappotto del vostro partner il depliant pubblicitario di un alberga raffinato:

A)Pensate “Ci sarà stato/a per una riunione di lavoro”

B)Gli chiedete se conosce quell’albergo

C)Pensate a come potete venire a sapere se il vostro partner è stato cliente dell’hotel

4. Se partecipate ad una festa con il vostro partner:

A)Cercate di conoscere persone nuove

B)Vi piace stare con il partner ma anche conoscere persone nuove

C)Trascorrete tutto il tempo con il partner

5. Il vostro partner vi dice che deve fare gli straordinari ma voi telefonate in ufficio e non lo/la trovate. Come reagite?

A)Vi dite “sarà impegnato/a in una riunione” e non ci pensate più

B)Credete alla buona fede del partner ma vi riprometterete di chiedere spiegazioni alla prima occasione

C)Continuate a insistere sperando che vi risponda un collega cui potreste chiedere informazioni

6. Il vostro partner vi parla in toni entusiastici di una vostra amica/o:

A)Vi dichiarate d’accordo con il suo giudizio

B)Dite “Sì, hai ragione ma non esagerare perchè sono geloso/a”

C)Vi da fastidio che lo faccia

7. Il vostro partner gioca ogni sabato a tennis con alcuni amici:

A)Pensate “Finalmente un po’ di libertà”

B)Ne approfittate per dedicarvi anche voi al vostro hobby preferito

C)Pensate che dovrebbe trascorrere questo tempo con voi

8. Il vostro partner ha dimenticato un biglietto con un un numero di telefono:

A)Pensate che se lo ha lasciato lì deve essere poco importate

B)Alla prima occasione gli chiedete se gli serve ancora

C)Provate a chiamare per vedere chi risponde

9. Avete la sensazione che per il vostro partner i lavoro, i suoi interessi siano più importanti di voi:

A)Mai

B)Quasi mai

C)Spesso

10. Se il vostro partner vi tradisse voi:

A)Preferireste non saperlo “occhio non vede cuore non duole”

B)Non sapete se riuscireste a perdonarlo

C)Fareste altrettanto

Assegnatevi ora 1 punto per ogni risposta A, due punti per ogni risposta B, tre punti per ogni risposta C e poi… mettete un commento con i vostri punteggi così scopriremo come vanno le cose tra i nostri lettori e … non preoccupatevi pubblicheremo presto i risultati.