EVITARE UN LITIGIO O TRASFORMARLO IN UNA DISCUSSIONE UTILE GRAZIE AL LINGUAGGIO DEL CORPO

Conosciamo tutti l’importanza e il peso che, all’interno di un dialogo, hanno i gesti, la postura del corpo, il movimento degli occhi, degli arti e via discorrendo. Gli studi sulla comunicazione ne hanno fatto dei capisaldi del public-speaking e addirittura delle tecniche di vendita.

Perchè non tenere conto di qualche semplice accorgimento anche quando si sta per intraprendere una discussione con il partner ed evitare burrascose liti?

Potremmo ad esempio scoprire che non è il momento più adeguato perchè il nostro lui o la nostra lei non sono disponibili al confronto; oppure al contrario che proprio quello è il momento più adatto per farsi ascoltare.

 

Ecco un mini “vademecum”, per capire se il semaforo è verde o rosso:

  • Se il partner si tocca il naso o si stropiccia un occhio (come per togliere qualcosa), allora sappiate che è infastidito da qualcosa:questi gesti infatti indicano stizza, fastidio.
  • Se in fase di approccio volta la testa oppure ruota il bacino (cambiando posizione) o aggrotta le sopracciglia, allora probabilmente sta rifiutando il contatto.
  • Se la donna distoglie lo sguardo dall’uomo che le sta parlando, allora sta cercando di punirlo o comunque è un chiaro segnale di rifiuto.
  • Se il partner accavalla le gambe in senso contrario all’altro, allora non è il momento migliore per fare richieste.
  • Se a tavola uno dei due fa il gesto di togliere le briciole dal tavolo, allora non èmolto interessato alla conversazione o c’è qualcosa che gli sembra un’imposizione.
  • Toccare un oggetto che vicino o appartiene all’altro è invece un modo indiretto per entrare in contatto
  • Se mentre lui parla lei gioca con una collana o con un orecchino o con un lembo del vestito, allora è molto interessata al suo interlocutore.
  • Se poi i movimenti della coppia sono cosiddetti “a specchio” (es: lui si alza, lei fa altrettanto, lei si tocca i capelli, lui fa altrettanto, e così via) allora il momento è di forte sintonia.

Problemi nella Coppia stabile: libertà di scelta…o INCAPACITA’ di SCEGLIERE

 I dati dell’Istat parlano chiaro: dagli anni ’70 ad oggi, in Italia, le coppie che convolano a nozze sono scese da 420mila a 217mila, praticamente dimezzate.

Negli Stati Uniti, per la prima volta, la percentuale dei single ha superato ha superato quella degli sposati.

 Cosa succede? E’ proprio vero che quello che fa paura, come si sente spesso dire in giro, tra le giovani coppie, è il “contratto”???

 In teoria rimanere “eterni fidanzati” può allettare per molti motivi:

  1. l’idea di “inquadrare” il rapporto matrimoniale solo in un registro di “doveri” può effettivamente spaventare o comunque far perdere attrattiva;

  2. la relazione senza vincolo, senza l’”obbligo” di restare insieme, potrebbe dare l’ idea di preservare la spontaneità dei sentimenti e la freschezza del rapporto;

  3. il fatto che alla relazione senza legame si associa un maggiore senso di leggerezza…quasi di disimpegno

 Ma cosa si nasconde sotto sotto? A noi sembra ce ci possano essere in realtà ben altri presupposti e sottintesi…

Tipo l’ILLUSIONE che un legame “libero” possa lasciare più libertà di “manovra” (del tipo “se va male, lasciarsi non sarà un problema”…) oppure che possa garantire una maggiore possibilità di scelta tra le possibili forme di relazione (convivenza, piuttosto che rapporto a distanza…) o addirittura nello status di “single” (come se realmente la solitudine rappresenti una scelta consapevole e volontaria!).

Dal nostro punto di vista gli argomenti visti sopra potrebbero addirittura nascondere tutta una serie di PAURE ( paura di impegnarsi, paura di fare e portare avanti un progetto a lungo termine…) e INCAPACITA’ (incapacità di riconoscere la differenza tra innamoramento e amore, incapacità di fronte a tante possibilità di scelta di COMPIERLA veramente quella scelta…)

 E voi che ne pensate??? Ditecelo attraverso i vostri commenti, qui sul blog, o anche sul nostro gruppo FB!

INFEDELTA’…TRADIMENTO…Problemi Nella Coppia…O NO?????

No,amiche e amici di ProblemiNellaCoppia.com  non siamo impazziti…vogliamo solo sottorpovi un PUNTO DI VISTA un po’ DIVERSO dal solito e magari, perchè no?, aprire una discussione sull’argomento anche sul nostro gruppo Facebook (per unirti, se ancora non sei membro CLICCA QUI!).

 L’infedeltà, la trasgressione possono aiutare l’eros sopito in una coppia???

Secondo esperti (psicologi della coppia e sessuologi), ebbene, la risposta è SI’…ad alcune condizioni e in determinate cisrcostanze!!!!

Se, ad esempio, è un episodio singolo vissuto come evasione dalla routine quotidiana, che ti fa scoprire alcune parti di te che non conoscevi; o ancora se riesce a far esprimere alcuni tuoi desideri insoddisfatti e che PER QUESTO, riesce anche a permetterti di rivalutare il potenziale seduttivo del tuo (o della tua) partner abituale e tornando da lui (o lei) riuscire a rivivere e far rivivere al partner le nuove sensazioni provate.

 E’ tuttavia un CAMPO MINATO, perchè l’infedeltà – ammoniscono sempre gli stessi esperti – contiene in sé TRAPPOLE e INSIDIE da cui è difficile uscire, se la si carica di significati CHE NON HA!

Ad esempio c’è il rischio di assumere l’infedeltà e il tradimento come comportamento ABITUALE, che inevitabilmente mina dapprima la vita sessuale della coppia, e poi, una volta scoperto, la fiducia e la stima reciproci dei due partner creando una ROTTURA.

Chi tradisce per gratificare il proprio piacere, infatti, è spinto non tanto dalle emozioni o da un momento di stanchezza o crisi nella coppia abituale, ma dal puro desiderio di conquista…che in quanto tale non sarà mai soddisfatto.

 Tuttavia, pur creando uno strappo che NON é affatto facile da ricucire (e infatti non sempre ci si riesce), ci sono situazioni in cui l’infedeltà fa emergere in chi ha subito il tradimento la voglia, il desiderio di riconquista…

La parola a voi!

Cosa ne pensate????

PROBLEMI NELLA COPPIA: SESSUALITA’, ROUTINE … CORTEGGIAMENTO!

Ti sarà capitato in molti momenti della tua vita di coppia di notare un certo…”raffreddamento” nella sfera dell’intimità sessuale, beh, sappi che è una cosa molto comune a tutte le coppie, soprattutto quelle che stanno insieme da molti anni.

Questo può accadere per alcuni motivi, che noi di Problemi Nella Coppia, abbiamo riscontrato essere ricorrenti.

Quello principale sembra essere la cosiddetta ROUTINE; ovvero nello scorrere della vita di tutti i giorni, certamente tu e il tuo compagno dovrete occuparvi in maniera continuativa di molte “urgenze” legate alla quotidianità: gli impegni lavorativi di ciascuno dei due, figli, se ci sono, menage domestico (spesa, lavori di casa…).

E in tutto questo “tran-tran” la vita sessuale viene messa in secondo pianoTi sei mai chiesta o chiesto il PERCHE’?

Beh, una prima motivazione è che tutte le coppie tendono a considerare la sessualità come un istinto spontaneo, naturale, che dovrebbe restare inalterato nel tempo… MA POI alla resa dei conti, non è così!

La sessualità UMANA è infatti un insieme molto complesso di istinto naturale, emotività, sentimenti e chimica del cervello!

Per questo quando ci sono problemi nella coppia, nervosismo, stanchezza avrai notato anche tu che uno dei primi sintomi è proprio il calo del desiderio e di conseguenza dell’intimità tra te e il tuo (o la tua) partner.

Potresti chiederti, allora: “Ma esiste un modo per mantenere vivace e attiva la nostra sfera sessusale, anche dopo anni di vita insieme, anche nel bel mezzo di tutti gli impegni della vita quotidiana ?

Certo che sì!

Un trucco molto efficace, quando ti rendi conto di un momento di allontanamento tuo o del tuo compagno e ritornare alla carica con il CORTEGGIAMENTO, in tutte le sue forme!

Da quelle più tradizionali e romantiche: un bel mazzo di fiori al tuo rientro dal lavoro, quasi certamente ben disporrà la tua LEI ad un incontro più “ravvicinato” della solita tv dopo cena; qualche sms a sorpresa durante la giornata dove gli dici che lo cerchi, che ti manca, che lo aspetti…;

A quelle che rompono decisamente gli schemi: una cena fuori a sorpresa solo per voi due; un regalo a base di biancheria sexy…

Ad altre forme di corteggiamento indirette, ma sempre molto efficaci: come la cura particolare dell’aspetto fisico o dell’abbigliamento…

Corteggiare il tuo compagno o la tua compagna riaccenderà in lui o in lei, la memoria EMOTIVA, riattivando il GUSTO e il DESIDERIO del piacere reciproco, del gioco erotico!